La luna

Jaime Sabines un poeta quotidiano

LA LUNA

La luna si può prendere a cucchiai
o come una pasticca ogni due ore.
È buona come ipnotico e sedativo
e dà sollievo anche
a quelli intossicati di filosofia.
Un pezzo di luna in tasca
è un amuleto migliore della zampa di coniglio:
serve per trovare chi si ama,
per essere ricco senza che nessuno lo sappia
e per tenere lontano i medici e gli ospedali.
Si può dare come dolce ai bambini
quando si addormentano,
e delle gocce di luna negli occhi degli anziani
aiutano a morire bene.

Metti una foglia tenera della luna
sotto il tuo cuscino
e vedrai quello che vuoi vedere.
Porta sempre un barattolino di aria di luna
per quando ti affoghi,
e dai la chiave della luna
ai prigionieri e ai delusi.
Per i condannati a morte
e per i condannati a vita
non c’è miglior stimolante della luna
in dosi giuste e controllate.

(Traduzione di Angela Saliani)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...