Sabato 30 maggio 2015, MESTIERELIBRO, ospite della Fiera delle arti e dell’editoria LIBRI, DOVE. Borgo di Mentana (RM), ha presentato i suoi progetti legati al libro e ai mestieri dell’editoria e la maratona letteraria LIBRINFESTIVAL.

Mestierelibro, Librinfestivall

I nostri ospiti hanno raccontato la loro esperienza nel mondo dell’editoria

Baratto lib(e)ro

 

Silvia Di Tosti partner di Librinfestival ha presentato la sua attività di scambio libri usati Baratto Lib(e)ro, già attiva da quattro anni.

 

Lorena Battistoni, editrice, ha raccontato la nascita delle Edizioni dell’Anthurium.

IMG_1919copiaDopo aver inviato svariati curricula alle case editrici, proponendosi come collaboratrice, e aver ricevuto zero risposte, Lorena si è chiesta: perché non diventare editrice io stessa? Così nel 2003 è nata Edizioni dell’Anthurium. Storia, folklore, memorialistica sono stati i primi generi “esplorati”. mentre la prima difficoltà, superata con successo, è stata trovare un distributore. Lorena ha presentato poi la sua giovanissima “creatura”

Caterina Rinaldi

 

 

Caterina Rinaldi una promessa di soli sedici anni e mezzo, ha presentato il romanzo 10 giorni e mezzo, Edizioni dell’Anthurium, la cui recensione, firmata da Silvia Di Tosti, è pubblicata in questo blog nel post del 20 maggio

 

 

 

Marco Roncaccia, Roma caput zombieMarco Roncaccia autore del romanzo Roma caput zombie, Nero Press Edizioni, ha parlato dei suoi inizi di scrittore, della decisione di frequentare la scuola di scrittura Omero, per imparare il “mestiere”, dell’importanza dell’editor e del rapporto amore/odio che si crea con l’autore, della frustrazione quando dopo avergli consegnato trenta pagine scritte con fatica te ne salva solo mezza, di grandi premi letterari e piccole case editrici, del suo lavoro di operatore sociale e di quanto gli zombie siano immersi nella realtà che ci circonda. Il suo editore lo ha trovato per caso, alla Fiera dell’editoria Indipendente di Farfa. Dopo pochi giorni aveva già un contratto. Il suo è un racconto horror cinico e umoristico al tempo stesso.

Dalla quarta di copertina:

Per Aldo la vita è dura ma anche la morte non scherza.
La sua compagna l’ha lasciato, la cooperativa per cui lavora non lo paga ed è sotto sfratto. Scambia con un tossico la sua auto, per un posto in una stanza in una palazzina popolare fatiscente di un quartiere degradato di Roma. Viene morso da un piccione che gli arriva in casa dalla finestra. Da quel momento nulla sarà più come prima.
Si sorprenderà a divorare il cane di un pastore sardo, i furetti allevati da un homeless che vive nel parco, fino a scoprire il raccapricciante piacere di un pasto di carne umana.
Un’avventura tra orrore e degrado, in una periferia romana tristemente in rovina.

Giusi R.

Annunci
commenti
  1. […] Librinfestival si presenta 2 giugno 2015 […]